Le ragazze vogliono divertirsi. Uscire con le amiche, ridere, innamorarsi, farsi corteggiare, essere trattate come principesse, non avere paura, mai. Le ragazze sono la vita che esplode, i fiori dei campi che si muovono al vento, con le corolle come vestiti e gli steli come gambe sinuose, si nutrono di luce e di sole, la pioggia non le spaventa, le tempeste invece che piegarle le fanno danzare. Niente spaventa le fanciulle-fiore, quando sono tra loro: impudenti, sfacciate, colorate e ardite, a volte timide o schive, bellissime. Si sentono una potenza quando stanno insieme, e lo sono. Cantano, gridano, si tengono per mano, si guardano allo specchio, si tirano baci, torturano le ciocche dei lunghi capelli e le pellicine delle unghie smaltate, si amano, si odiano, si scambiano i vestiti, si fanno i selfie coi telefonini e si mettono i like. S’intendono con uno sguardo e sentono le cose, le cose del cuore che i maschi di solito non capiscono mai, o ci arrivano dopo. Dicono spesso «me lo sentivo», come le maghe o le sensitive.


MARIA ELENA VIOLA

da www.gioia.it del 20 settembre 2017


WO-MEN
INSIEME CONTRO LA VIOLENZA
MASCHILE SULLE DONNE


CENTRO ANTIVIOLENZA – CASA DELLE DONNE
ASSOCIAZIONE NONDASOLA
CENTER ON VIOLENCE AGAINST WOMEN

tel. 0522585643 – 585644
info@nondasola.it

Comune di reggio Emilia
Ufficio Pari Opportunità

ufficio.pariopportunità@comune.re.it